Bonus di 600 euro per partite iva, come fare la domanda sul sito INPS

I lavoratori potenziali destinatari delle indennità (bonus di 600 euro) di cui agli articoli 27, 28, 29, 30 e 38 del Decreto Legge n. 18/2020, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare domanda all’INPS esclusivamente in via telematica.

A tal fine, stante il carattere emergenziale delle prestazioni in commento, i potenziali fruitori possono accedere al servizio dedicato con modalità di identificazione più ampie e facilitate rispetto al regime ordinario, utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per gli Enti di Patronato nel sito internet dell’INPS.

Inoltre, per garantire a tutti i cittadini il diritto di accesso alle prestazioni economiche ed agli altri servizi individuali con modalità interamente telematiche, l’Istituto ha messo in atto un duplice intervento rivolto a:

  • semplificare la modalità di compilazione e di “invio on line” per alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Covid-19 (tra cui il bonus di 600 euro);
  • approntare una nuova procedura di rilascio diretto del PIN dispositivo tramite riconoscimento a distanza.

I dati necessari per accedere ai servizi INPS per richiedere il bonus di 600 euro

In sintesi, le credenziali di accesso ai servizi per le nuove prestazioni sopra descritte sono attualmente le seguenti:

  • PIN rilasciato dall’INPS (sia ordinario sia dispositivo);
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Chi è già in possesso di una qualsiasi delle elencate credenziali, potrà utilizzarle anche per l’inoltro delle nuove domande di prestazione introdotte dal Decreto in oggetto.

Qualora i potenziali fruitori delle citate indennità non siano in possesso di una delle predette credenziali, è possibile accedere ai relativi servizi del portale Inps in modalità semplificata, per compilare ed inviare la domanda on line, previo inserimento della sola prima parte del PIN dell’INPS, ricevuto via SMS o e-mail subito dopo la relativa richiesta del PIN.

Indennità bonus 600 euro INPS

Come richiedere il PIN per effettuare la domanda di 600 euro

La richiesta del PIN può essere effettuata attraverso i seguenti canali:

  • sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;
  • Contact Center integrato, chiamando, da rete fissa, il numero verde 803 164 (gratuito), oppure, da rete mobile, il numero 06 164164 (a pagamento).

In alternativa al portale web, le stesse tipologie di indennità una tantum, possono essere richieste tramite il servizio di Contact Center, telefonando ai numeri sopra indicati.

Anche in questo caso, il cittadino può avvalersi del servizio in modalità semplificata, comunicando all’operatore del Contact Center la sola prima parte del PIN.

Le tipologie di indennità una tantum sono specificate nella scheda informativa INDENNITA’ COVID-19 presente nel sito internet dell’INPS.

L’accesso ai servizi sul portale istituzionale è consentito in modalità semplificata con esclusivo riferimento alle seguenti domande di prestazione per emergenza Coronavirus di cui al Decreto Legge n. 18/2020:

  • indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
  • indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO;
  • indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;
  • indennità lavoratori del settore agricolo;
  • indennità lavoratori dello spettacolo;
  • bonus per i servizi di baby-sitting.

Con riferimento alla sola prestazione “bonus per i servizi di baby-sitting”, nell’ipotesi che la domanda sia stata inoltrata con il PIN semplificato, il cittadino dovrà venire in possesso anche della seconda parte del PIN, al fine della necessaria registrazione sulla piattaforma Libretto di Famiglia e dell’appropriazione telematica del bonus.

Nuova procedura di emissione del PIN INPS:

L’INPS ha approntato il rilascio di una nuova procedura di emissione del PIN con il riconoscimento a distanza, gestita dal Contact Center, che consentirà ai cittadini di ottenere, in un unico processo da remoto, un nuovo PIN con funzioni dispositive senza attendere gli ulteriori 8 caratteri del PIN che ordinariamente venivano spediti tramite il servizio postale.

Per eventuali chiarimenti sulle modalità di richiesta e gestione del proprio PIN, si può fare riferimento alla guida accessibile dalla home page del portale, seguendo il seguente percorso:

  1. link “Assistenza” (in alto a sinistra);
  2. link “Ottenere e gestire il PIN” (menù di sinistra).

Nel sito web INPS dedicato alla presentazione delle istanze dell’indennità è stato precisato che il via alla domanda per il bonus di 600 euro è previsto per il 1 Aprile 2020.

L’INPS alla ricezione della richiesta e prima dell’erogazione verificherà se:

  • il lavoratore è iscritto alla relativa gestione previdenziale;
  • è in regola con i versamenti;
  • se la tipologia di attività svolta rientra fra quelle ammesse.

Inoltre, al seguente link trovate una semplice e chiara guida messa a disposizione dell’inps per richiedere in autonomia il bonus di 600 euro.

(Fonte: INPS)

   

Paolo Chiari
Commercialista – Revisore Contabile
paolo.chiari@studiochiari.com

You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un Commento