Btp Italia indicizzato all’inflazione: rendimento minimo al 2,25%

investimenti sicuriE’ arrivato il gran giorno per i Btp Italia, che saranno in collocamento fino al 22 marzo. Cresce l’attesa, dopo il gran successo riscosso in occasione delle due edizioni del “Btp day”, l’evento organizzando dall’Abi durante l’inverno scorso in cui i titoli italiani subirono un attacco speculativo portando lo spread rispetto al bund su livelli record.

Una delle particolarità dei Btp Italia è costituita dall’indicizzazione all’inflazione italiana (indice FOI). Le famiglie italiane avranno quindi uno strumento utile per mantenere nel corso dei prossimi anni una correlazione con l’incremento del costo della vita in Italia.

La durata è di 4 anni e l’investitore potrà acquistare per la prima volta il Btp direttamente nella propria banca.  Ancora incognite sul rendimento, che dipenderà chiaramente dal meccanismo di domanda e offerta. Il taglio minimo di sottoscrizione sarà di 1.000 euro, cosi come le unità aggiuntive.

E’ stato comunque ufficializzato un tasso minimo del 2,50% annuo che sarà pagato semestralmente, sotto il quale non si potrà scendere. Si tratta di un floor in realtà poco entusiasmante, ma correlato alle quotazioni sul secondario dei titoli italiani, fortemente ridimensionati dopo l’allentamento delle tensioni sul debito Italia. 

Per fare un raffronto, i Btp a cinque anni presenti sul mercato, hanno un rendimento lordo inferiore al 4%. Il decennale da oramai diversi giorni, con la discesa dello spread sotto i 300 punti base, ha un rendimento sotto il 5% lordo. Tutto questo va a dispetto del rendimento potenziale del Btp in collocamento. 

emissione-btp-italiaUn elemento che va a favore della nuova iniziativa, è la possibilità di rivalutazione del capitale investito.  In ogni caso, è stato specificato che il capitale non scenderà mai sotto i 100 di nominale, anche in caso di deflazione. Scenario sicuramente poco probabile, data la politica espansiva delle banche centrali, ma è sempre bene chiarire agli investitori che, anche in caso di inflazione negativa non si potrà scendere al di sotto del capitale investito.

E’ già stato comunicato l’isin del titolo IT0004806888 che sarà in collocamento da lunedì 19 alle ore 9, fino a giovedì 22 alle ore 17:30. Solo al termine del collocamento si conoscerà il tasso di rendimento di riferimento

A scadenze verrà rimborsato il capitale rivalutato dell’inflazione più un premio di fedeltà del 4 per mille che verrà riconosciuto a chi porterà a scadenza il Btp acquistato in collocamento.  I rendimenti saranno sottoposti ad una tassazione del 12,5%, in fede al provvedimento approvato nell’estate scorsa dall’ex ministro delle Finanze Giulio Tremonti, che ha innalzato la tassazione sulle rendite finanziarie al 20%, ad eccezione dei titoli di Stato.

Puoi lasciare un commento, o trackback dal tuo sito.

Lascia un Commento