Legge Finanziaria 2019: le novità più rilevanti in materia di lavoro

Con la Legge n. 145 del 30/12/2018, cosiddetta Legge Finanziaria 2019, il Legislatore ha introdotto numerose novità in materia di lavoro, le principali delle quali vengono di seguito illustrate.

Assunzione di giovani eccellenze

Viene previsto un incentivo in favore dei datori di lavoro privati che nel corso del 2019 assumono con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato:

  • cittadini che sono in possesso di laurea magistrale ottenuta tra il 01/01/2018 ed il 30/06/2019 con la votazione di 110 e lode e media ponderata di almeno 108/110 entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento dei 30 anni;
  • cittadini che sono in possesso di un dottorato di ricerca ottenuto nello stesso periodo e prima del compimento dei 34 anni.

L’esonero dal versamento dei contributi è riconosciuto per un periodo massimo di 12 mesi e nel limite massimo dell’importo di 8.000,00 euro.

Aumento delle sanzioni in materia di lavoro

Viene previsto un aumento del 10% delle sanzioni previste per le violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

Viene invece previsto un aumento del 20% delle sanzioni previste per le violazioni in materia di somministrazione, lavoro nero, distacco e violazione delle disposizioni in materia di orario di lavoro.

Bonus assunzioni nelle regioni del sud

Viene previsto un nuovo intervento per favorire le assunzioni nelle regioni del sud (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna) di giovani che non abbiano compiuto 35 anni di età o di qualunque età ma privi di impiego regolarmente remunerato da almeno sei mesi.

Le suddette misure possono essere consentite nel periodo 2019-2020 nel limite globale di 500 milioni di euro.

Viene previsto che l’esonero contributivo di cui all’art. 1-bis, comma 1, del Decreto Legge n. 872 del 12/07/2018 n. 872, cosiddetto “Decreto Dignità”, venga innalzato fino al 100%, in luogo del 50%, nel limite massimo di importo fissato, ovverosia pari a 8.060,00 euro su base annua e cumulabile con ulteriori esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla vigente normativa, limitatamente al periodo di applicazione dei medesimi.

Agevolazioni giovani lavoro sud

Incentivi ai giovani autotrasportatori

Vengono previsti degli incentivi, per gli anni 2019 e 2020, in favore dei giovani autotrasportatori del settore merci che non abbiano compiuto 35 anni di età ed in possesso di regolare rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato con un’impresa di autotrasporto merci per conto terzi (qualifica Q1, Q2 o Q3).

Viene riconosciuto, a favore del lavoratore, un rimborso del 50% delle spese sostenute per l’ottenimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati allo svolgimento dell’attività.

Il datore di lavoro, invece, potrà usufruire di una detrazione dall’Ires per una quota pari agli importi dei rimborsi erogati, fino ad un ammontare complessivo non superiore all’importo di 1.500,00 euro per ogni periodo d’imposta.

Infortuni domestici

Viene elevata da 65 anni a 67 anni l’età massima per l’obbligo di assicurazione per le persone che svolgono in via esclusiva lavoro domestico.

Il premio assicurativo unitario viene elevato a 24,00 euro annuali ed i gradi di inabilità indispensabili alla copertura assicurativa vengono ridotti al 16%.

Maternità

Viene prevista la possibilità di poter posticipare il godimento del periodo di interruzione di 5 mesi esclusivamente dopo il parto.

Reddito di cittadinanza e sistema pensionistico

Vengono compiuti gli stanziamenti fondamentali per poter dare avvio al reddito di cittadinanza e variare il sistema pensionistico attuale.

Riduzione dei premi Inail

Per permettere l’applicazione delle riduzioni alle tariffe dei premi e dei contributi Inail, con effetto dal 01/01/2019 al 31/12/2021 viene prevista la proroga dei principali adempimenti che riguardano l’autoliquidazione.

In relazione alla messa a disposizione delle basi di calcolo, viene prevista la proroga del termine dal 31/12/2018 al 31/03/2019, mentre per il versamento della rata di premio anticipata viene prevista la proroga dal 16/02/2019 al 16/05/2019.

Per quanto riguarda la denuncia delle retribuzioni, il termine di presentazione del 28/02/2019 viene prorogato al 16/05/2019.

Rivalutazione pensionistica e pensioni d’oro

Viene introdotta una revisione dell’attuale sistema di rivalutazione delle pensioni di maggiore importo.

La rivalutazione viene ammessa nella misura del 100% se l’importo della pensione non è superiore a 3 volte al trattamento minimo dell’Inps mentre si riduce al 40% se l’importo della pensione è superiore a 9 volte il trattamento minimo dell’Inps.

Oltre a ciò viene previsto un contributo progressivo dal 15%, sulle pensioni di importo almeno pari a 100.000,00 euro lordi su base annua non calcolate completamente su base contributiva, al 40%, sulle pensioni superiori a 500.000,00 euro lordi su base annua.

Uniemens per il settore agricolo Viene posticipato all’anno 2020 l’obbligo di attuazione del sistema Uniemens per quanto riguarda il settore agricolo.

   

Paolo Chiari
Commercialista – Revisore Contabile
paolo.chiari@studiochiari.com

You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un Commento