Gli effetti dell’aumento dello spread btp italiani – bund tedeschi

spread btp bundL’allarmismo che si sta diffondendo in queste ore, visto l’andamento catastrofico dello spread tra btp italiani e bund tedeschi, sta preoccupando l’intera economia italiana. Attualmente lo spread è oltre 570 punti base con un rendimento dei BTP a 10 anni che ha sforato la soglia del 7%, salendo al 7,15%.
Che sia chiaro, l’Italia non è certamente nella stessa situazione economica della Grecia, ma visti gli enormi coinvolgimenti a livello europeo, e non solo, si “interverrà brutalmente” per ridurre al minimo il contagio e dare quanto prima una sferzata a questa insana irresponsabilità italiana. Le cause sono generate principalmente da una inesistente crescita e da una credibilità che ha toccato ormai i minimi storici, per non dire altro!

Purtroppo il voto di ieri a Montecitorio è stato letto dai mercati come un ulteriore passo verso l’instabilità di uno Stato che ha il compito, gravoso, di attuare con urgenze le misure imposte dall’Europa e dal Fondo Monetario Internazionale.
Secondo autorevoli stime, tra cui il brillante giornalista economico-politico Oscar Giannino, l’Italia dovrà versare circa 50 miliardi di oneri (pari a 3 punti pieni di Pil). Con questi numeri, il piano di dismissioni pubbliche, presentato nella lettera di intenti del Presidente del Consiglio, è già andato fumo visti gli alti tassi di interessi che il Governo dovrà sostenere; a tutto questo va aggiunto il peso di un debito pubblico che è ormai superiore a 1900 miliardi di euro.

Il pauroso spread peserà massicciamente sulle banche che dovranno sostenere maggiori costi per accaparrarsi liquidità nel breve periodo, indebolendone il bilancio e aumentandone in parte il rischio. La conseguenza sarà una svalutazione delle forme di investimento che hanno in pancia titoli pubblici a vantaggio delle operazioni di Pronti Contro Termine che diventeranno sempre più appetibili (ed onerose per le banche). Inoltre grava sugli istituti bancari l’avvenuto abbassamento del rating del Governo italiano.

Infine, a pagare il conto più salato saranno gli imprenditori, su cui graveranno i più alti interessi traslati dalle banche, e le famiglie che dovranno sostenere mutui e prestiti sempre più onerosi. Saranno intaccati ovviamente anche i redditi immobiliari, visto che l’aumento dello spread porta ad un abbassamento degli indici e della capitalizzazione di Borsa (valore delle azioni al prezzo attuale di mercato).

In quest’ottica si aggiunge un’economia reale in forte rallentamento ed un clima politico fatto di faziosità che non aiutano nessuno, anzi! Si spera che una volta tanto il bene comune vada al di là degli squallidi interessi personali, se non altro per evitare di finire con le spalle al muro!!

Puoi lasciare un commento, o trackback dal tuo sito.

Un Commento per “Gli effetti dell’aumento dello spread btp italiani – bund tedeschi”

  1. Lorenzo ha detto:

    Inserisco una breve conversazione questo articolo:
    I movimenti dei mercati non sono naturali, è evidente che attualmente sono in mano agli speculatori che hanno fatto il giro di tutti i paesi: dalla Spagna alla Grecia ed ora tocca all’Italia.

    Dove ci voglio portare?

    Sicuramente vogliono distruggere l’euro come moneta minando vari pilastri, hanno iniziato con il più debole e stanno completando con la “bomba”: se cade l’euro, cade l’intera struttura commerciale e tanti altri player possono avere migliori occasioni di crescere nei nostri paesi vedi india, cina e america. Se l’Europa ha ancora la forza per aiutare i suoi paesi forse non sarà finita, se invece ci abbandonano (e io sono di questa opinione) ci dobbiamo preparare ad una vita difficile!

Lascia un Commento