Incentivi per startup innovative

A decorrere dalle ore 12:00 del 24 giugno 2021 sarà possibile trasmettere per via telematica le richieste per poter accedere agli incentivi previsti in favore delle startup innovative e stabiliti dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 settembre 2020.

Smart Money, l’incentivo per le startup innovative

Smart Money è l’incentivo che ha lo scopo di consolidare il sistema delle startup italiane:

  • tramite il sostegno finanziario in progetti di sviluppo;
  • favorendo l’incontro con l’ecosistema dell’innovazione.

In particolare, gli incentivi in favore delle startup innovative vengono erogati in caso di:

  • spese per l’esecuzione di un piano di attività, svolto in collaborazione con altre realtà facenti parte dell’ecosistema dell’innovazione operanti per lo sviluppo di imprese innovative;
  • ingresso nel capitale di rischio delle startup innovative di altre realtà facenti parte all’ecosistema dell’innovazione.

I beneficiari dell’incentivo Smart Money

I beneficiari degli incentivi previsti in favore delle startup innovative devono rispettare dei requisiti specifici.

In particolare, alla data di presentazione della domanda i beneficiari devono essere:

  • classificabili come piccole imprese in base a quanto previsto e riportato nell’Allegato 1 del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014;
  • costituite da meno di 24 mesi ed iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese;
  • nelle fasi iniziali di avvio dell’attività, nella fase primaria di verificazione dell’idea d’impresa oppure nella fase di esecuzione della combinazione product/market fit;
  • registrate con la sede legale ed operativa situate sul territorio nazionale;
  • libere da operazioni poco ordinate collegate al conto corrente, oltre ad avere restituito eventuali agevolazioni beneficiate per le quali però è stato successivamente emesso un ordine di recupero;
  • nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non poste in liquidazione volontaria o non sottoposte a procedure concorsuali aventi finalità liquidatorie;
  • non sottoposte a procedura interdittiva;
  • non operanti nei settori dell’agricoltura primaria, della pesca e dell’acquacoltura.

Esiste la possibilità di poter richiedere l’incentivo per le startup innovative anche le persone fisiche che hanno intenzione di costituire una startup innovativa entro e non oltre 30 giorni dalla comunicazione di ammissione agli incentivi, comprendente l’atto di costituzione e l’invio della domanda di iscrizione nella sezione ordinaria e speciale del Registro delle Imprese.

I soggetti abilitati ad operare nell’ecosistema dell’innovazione

Di seguito viene riportato l’elenco dei soggetti che risultano abilitati ad operare nell’ecosistema dell’innovazione

  • incubatori certificati e acceleratori;
  • innovation hub oppure organismi che forniscono alle imprese servizi per introdurre tecnologie, sviluppare progetti di trasformazione digitale, accedere all’ecosistema dell’innovazione a livello regionale, nazionale ed europeo;
  • organismi di ricerca.

Per quanto riguarda gli interventi nel capitale di rischio, gli stessi posso essere effettuati da parte dei soggetti di seguito indicati:

  • business angels;
  • investitori qualificati.
Incentivi statali per aziende

I progetti di sviluppo ammissibili tra gli incentivi per startup innovative

Allo scopo di potere avere accesso agli incentivi dello Start Money, è necessario predisporre un progetto di sviluppo che rispetti dei requisiti specifici, che vengono di seguito indicati:

  • impostati su una soluzione innovativa da prospettare sul mercato, già definita al momento della presentazione della domanda degli incentivi, anche se da consolidare negli aspetti più operativi, che possa soddisfare esigenze che rendano il progetto scalabile;
  • previsione dell’impegno diretto dei soci dell’impresa proponente e/o di un team in possesso di capacità tecniche e gestionali adeguate, in termini di apporto tecnologico e lavorativo oppure, in alternativa, prevedere il potenziamento del team e delle suddette capacità attraverso la ricerca di capacità rintracciabili sul mercato;
  • indirizzati a conseguire il prototipo oppure la prima applicazione industriale del prodotto o servizio per garantire i feedback dei clienti e/o degli investitori.

L’esecuzione del piano di attività

Possono essere ammessi agli incentivi previsti per le startup innovative, i piani di attività:

  • che hanno una durata minima di 12 mesi;
  • che prevedono l’acquisizione di servizi diretti sia a velocizzare che a semplificare l’esecuzione di uno determinato progetto di sviluppo.

Inoltre, i sopraindicati servizi devono essere forniti esclusivamente da parte di realtà facenti parte dell’ecosistema dell’innovazione.

A titolo di esempio, di seguito si riportano alcune tipologie di servizi:

  • la consulenza organizzativa, operativa e strategica rivolta sia allo sviluppo che all’implementazione del progetto;
  • la gestione della proprietà intellettuale;
  • il supporto nell’autovalutazione della maturità digitale;
  • lo sviluppo e lo ricerca di tecnologie;
  • la prototipazione, con l’esclusione del prototipo funzionale;
  • i lavori preparatori per campagne di finanziamento collettivo;
  • la messa a disposizione dello spazio fisico e dei relativi servizi accessori di connessione e di collegamento in rete essenziali per lo svolgimento delle attività di progetto, ma solamente nel caso in cui sia associata alla fornitura di servizi compresi negli ambiti che precedono.

I requisiti per l’ammissione delle spese

Affinché possano essere ammesse, le spese devono:

  • essere sostenute successivamente alla data di presentazione della richiesta degli incentivi ed entro 18 mesi dalla data di adozione della delibera di ammissione;
  • essere di importo complessivo non inferiore a 10.000,00 euro al netto dell’Iva;
  • essere pagate unicamente mediante conti correnti intestati all’impresa beneficiaria e tramite modalità che permettano la piena tracciabilità del pagamento e l’immediato collegamento dello stesso alla fattura pertinente.
Incentivi aziende innovative

Gli incentivi per le startup innovative

Gli incentivi sono costituiti da contributi a fondo perduto nella misura corrispondente all’80% delle spese sostenute, nel rispetto dei requisiti occorrenti.

L’importo massimo assegnabile per ciascuna startup innovativa è pari a 10.000,00 euro.

Gli investimenti nel capitale di rischio delle startup innovative

Viene fatto riferimento alle startup innovative che hanno già usufruito delle agevolazioni ai piani di attività, con il fine di sostenerne ulteriormente lo sviluppo e la crescita.

Le caratteristiche del piano di investimento nel patrimonio dell’impresa sono quelle di seguito indicate:

  • essere realizzato da soggetti abilitati ad operare nell’ecosistema dell’innovazione;
  • essere utilizzato in sede di costituzione della startup innovativa,nel caso sia ancora da costituirsi, alla data di domanda, o successivamente alla costituzione, ferma rimanendo l’esecuzione in data successiva a quella di adozione della delibera di ammissione ed entro i 24 mesi successivi alla medesima data;
  • essere di importo non inferiore a 10.000,00 euro;
  • non determinare una partecipazione di maggioranza nel capitale della startup innovativa, anche in conseguenza della conversione di strumenti finanziari di “quasi equity” in ipotesi sottoscritti;
  • essere posseduto per un periodo non inferiore a 18 mesi:
  • non essere realizzato mediante l’utilizzo di piattaforme internet di “equity crowdfunding”.

Il versamento dell’importo previsto dall’investimento nel capitale di rischio deve essere eseguito entro 6 mesi dalla data di delibera, a pena di revoca dell’incentivo concesso.

L’ammontare degli incentivi

Come conseguenza dell’investimento nel capitale dell’impresa effettuato da una realtà facente parte dell’ecosistema dell’innovazione, viene concesso un’ulteriore incentivo sotto forma di contributo a fondo perduto.

Questo incentivo corrisponde al 100% dell’investimento nel capitale di rischio realizzato da soggetti abilitati ad operare nell’ecosistema dell’innovazione, nel limite complessivo di 30.000,00 euro per ciascuna startup innovativa.

Le modalità ed i termini per presentare la richiesta

Le richieste per gli incentivi previsti in favore delle start up innovative possono essere presentate a decorrere dalle ore 12:00 del 24 giugno 2021.

La sola procedura di trasmissione accettata prevede la compilazione online della richiesta tramite quanto approntato dall’Agenzia per lo Sviluppo sul proprio sito https://www.invitalia.it . Inoltre, si evidenzia che le richieste devono essere firmate digitalmente dal legale rappresentante della società e devono essere corredate da tutta la documentazione richiesta, a pena di esclusione dalla concessione dell’incentivo.

You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un Commento