rss economia
Home >> Rubriche >> Lavoro in Italia, Angeletti: si perdono 1.000 posti di lavoro al giorno

Lavoro in Italia, Angeletti: si perdono 1.000 posti di lavoro al giorno

10/SET/2012 ore 12:05 Rubriche 1 Commenti Alessandro Scorrano

Gli ultimi report divulgati sull’economia italiana hanno evidenziato l’imponente crisi che travolge il Paese. L’indagine Ocse pubblicata la scorsa settimana ha elaborato previsioni sulla crescita economica nei Paesi del G7, dove l’Italia sarà fanalino di coda con la previsione di un Pil negativo del 2,4%.

Ocse Pier Carlo PadoanSolo qualche mese fa, nel mese di giugno la recessione era stata stimata all’1,7% ma le turbolenze sui mercati finanziari negli ultimi mesi hanno ulteriormente peggiorato la situazione. Sull’economia italiana, il capo economista dell’Ocse, Pier Carlo Padoan ha sottolineato l’importanza dopo la tanta austerità di approvare interventi di stimolo alla crescita economica, soprattutto in direzione del mercato del lavoro.

In giornata sul tema è intervenuto anche il segretario nazionale della Uil Luigi Angeletti, che incontrando i lavoratori di Alcoa ha evidenziato la drammatica situazione in cui si trova il Paese, che dovrebbe ulteriormente peggiorare nei prossimi mesi.

Angeletti ha dichiarato che attualmente si perdono mediamente 1000 posti di lavoro al giorno e non si vedono soluzioni a questa tendenza, anzi i prossimi mesi saranno anche peggiori.

Il leader della Uil riferendosi all’attuale governo ha dichiarato la propria soddisfazione per quanto fatto per riportare credibilità sui mercati finanziari, mentre a suo dire si è stati deficitari nel creare condizioni per la crescita. Inoltre il governo ha agito bene sulla lotta all’evasione, ma poco o nulla ha fatto per creare nuovi posti di lavoro.

Uil Angeletti“Bisogna ridurre di 5 miliardi i costi della politica, ci sono in Italia 960 mila persone che vivono di politica”. Martedi prossimo è in programma un incontro tra governo e parti sociali per discutere sul lavoro, in termini di incremento salario e produttività. Angeletti si dice pessimista sull’esito dell’incontro.

Anche il super ministro Corrado Passera, in un’intervista rilasciata a Sky tg24 ha parlato in termini drammatici dell’attuale situazione del lavoro, che costituisce il principale problema del Paese, e la maggior preoccupazione.

L’ex banchiere di Intesa Sanpaolo ha rassicurato sul fatto che l’attuale governo tecnico sin dall’inizio ha messo la questione al centro dei suoi interventi, sottolineando la riforma realizzata dal ministro Elsa Fornero.

Commenti

scritto da Alessio 11-09-2012, 10:43:30

Vero, si pensa ai conti senza aiutare le imprese con concreti incentivi per stimolare le assunzioni. Basterebbe già ridurre significativamente i rimborsi IVA per dare un doveroso contributo ai lavoratori.

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: