rss economia
Home >> Rubriche >> IMU : entro il 16 gennaio pagamento del 40% di maggior gettito

IMU : entro il 16 gennaio pagamento del 40% di maggior gettito

02/DIC/2013 ore 15:07 Rubriche 0 Commenti Angelo Ferraro

Mini Imu LettaBrutta notizia per i contribuenti italiani: il governo fa sapere in una nota che i contribuenti dovranno versare nella casse dello Stato il 40% del maggior gettito relativo alla tanto odiata IMU, l’imposta sugli immobili introdotta dal governo Monti.

Il provvedimento riguarda i cittadini che risiedono nei comuni che hanno varato un aumento delle quote standard fissate dall’esecutivo.

Proprio in questi giorni il governissimo guidato da Enrico Letta aveva stabilito che per il 2013 non è dovuta la seconda rata dell’imposta. Un provvedimento che aveva fatto sorridere le associazioni di categoria e  che consentirà di rifiatare le famiglie in vista del Natale.

Un grosso sacrificio per il governo, considerando che secondo le stime diffuse in questi giorni, si tratterà di minori entrate per 2,16 miliardi di euro. Ovviamente non riguarderà seconde case e ne tantomeno immobili considerati di lusso, o di valore storico ed artistico elevato.

Tornando alla maggiorazione dell’imposta, il versamento dovrà esser effettuato entro il 16 gennaio prossimo. Le coperture verranno effettuate con rincari che riguarderanno gli  istituti di credito e di assicurazione. 

Mini tassa IMUIntanto si parla già di acconto IRES, che dovrebbe esser del 130% secondo una nota di Palazzo Chigi.

Inoltre per non sfasare i conti l’esecutivo varerà la sanatoria per i concessionari di slot machine (di cui si è fortemente discusso nelle settimane scorse) e l’incremento a 27,2 miliardi di euro dei debiti commerciali da liquidare entro il mese di dicembre a chi vanta crediti verso la Pubblica Amministrazione (altro tema piuttosto dolente).

Scampato pericolo per l’imposta sul capital gain, che verrà confermata al 20%. Nei giorni scorsi si era parlato addirittura di un incremento al 27%.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: