rss economia
Home >> Rubriche >> Tredicesime: il 91% servirà per pagare tasse e prestiti

Tredicesime: il 91% servirà per pagare tasse e prestiti

25/NOV/2013 ore 14:07 Rubriche 0 Commenti Vincenzo Colonna

Crisi consumi Natale 2013Ad un mese dal natale la sensazione, scrutando le statistiche pubblicate in questi giorni, è che non sarà vissuto dagli italiani con l’entusiasmo di qualche anno fa. La crisi ha messo all’angolo gran parte della popolazione, che fatica a ritrovare equilibrio in un contesto economico difficile e con il costante aumento del costo della vita.

Oltre alla crisi c’è un ritorno al risparmio. Chi percepisce redditi accettabili ha paura di spendere non vedendo dinanzi a se un futuro chiaro e rassicurante, ed allora mette fieno in cascina per fronteggiare spese future.

Veniamo ora alle tredicesime, il surplus di retribuzione che fino ad oggi ha dato respiro agli italiani. Secondo Adusbef e Federconsumatori, quest’anno le tredicenime saranno più basse rispetto al passato e gran parte delle stesse verranno divorate da tasse e rata del mutuo, oltre che da pagamenti messi in coda. In sintesi secondo le due associazioni, ben il 91% della tredicesima finirà nel pagamento di imposte e prestiti.

Sui 34,2 miliardi di euro che si percepiranno a titolo di tredicesime, solo 3,1 miliardi di euro rimarranno nelle tasche degli italiani e potranno esser destinati ad acquistare prodotti natalizi stimolando il commercio.

Acquisti NataleGli esercenti infatti, dopo un’annata deludente, hanno puntato tutto sul periodo natalizio per risanare le casse delle proprie attività ma molto probabilmente, la maggior parte di loro, rimarranno profondamente delusi.

Federconsumatori e Adusbef, aggiungono che neppure il 10% di quanto percepiranno rimarrà nelle loro casse e questo è la prima volta che accade:  “sarà un Natale durissimo sul fronte consumi, destinati a calare del 10% con almeno tre famiglie su quattro costrette a tagliare lo shopping natalizio a causa della crisi”.

Secondo la Cgia di Mestre il saldo complessivo degli incassi in termini di tredicesime sarà di 37 miliardi, con un calo dei percettori dello 0,9% rispetto al 2012.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: