rss economia
Home >> Mutui >> Quanto rende affittare casa? Milano al top in Europa

Quanto rende affittare casa? Milano al top in Europa

15/FEB/2013 ore 18:37 Mutui 0 Commenti Domenico Pesce

Sono in molti a chiederselo, soprattutto ora che i prezzi delle case dopo una risalita durata decenni hanno iniziato a calare. La risposta è dipende, perché varia da città a città ed anche all’interno della stessa, da quartiere a quartiere.

Uno studio condotto dal portale Idealista.it riferisce che in Italia gli introiti dall’affitto degli appartamenti sono piuttosto importanti, ma compromessi dall’elevato livello di tassazione che è associato al mattone.

In Europa, Milano è tra le città in cui il rendimento è al top, pari al 4,4%. Si tratta tuttavia di un rendimento lordo, paragonabile a quello di un Btp a 10 anni, perché se si tiene conto di tutte le imposte a carico del proprietario, tra le quali figura anche l’Imu, il rendimento scende sensibilmente.

Oltre l’Imu l’altra tassa che incide in maniera preponderate è la cedolare secca. Si tratta dell’imposta introdotta da Giulio Tremonti, ex ministro dell’Economia e Finanza con la finalità di contrastare l’evasione fiscale fornendo poteri incisivi agli inquilini che qualora dovessero vivere in abitazioni sprovvisti di regolare contratto possono registrarlo unilateralmente recandosi presso l’Agenzia delle Entrate ottenendo un maxisconto sul canone.

Affitti case a MilanoLa cedolare secca è un regime facoltativo, generalmente più conveniente di quello ordinario, e comprende Irpef, imposta di registro e imposta di bollo.

Milano in vetta, seguita da Padova con il 4,7% e Torino al 4,4%. Tra le grandi città Roma registra un rendimento del 3,9%, mentre Venezia il 3,8%.

In Europa le capitali Berlino, Parigi e Londra portano nelle casse dei proprietari rendimenti sull’investimento rispettivamente del 4,1%, 3,4% e 3%  importanti ma comunque lontani da quelli realizzabili oltreoceano con Sydney al 4,9%, New York al 4,7% e Tokyo al 4,5%.

A livello europeo il rendimento più basso è quello del Principato di Monaco, con un rendimento dell’1,6%.

 

 

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: