rss economia
Home >> Investimenti >> Quali sono i fattori che influenzano il prezzo delle azioni

Quali sono i fattori che influenzano il prezzo delle azioni

22/NOV/2011 ore 16:36 Investimenti 0 Commenti Lorenzo Sentino

mercato azionarioL’andamento dei titoli azionari sui mercati borsistici internazionali è un dato talmente aleatorio e influenzato da centinaia di fattori che diventa abbastanza difficile capire con certezza il motivo in base al quale il valore di un’azione sia aumentato o diminuito nel corso di una giornata di contrattazioni.

Tra i fattori che influiscono ci possono essere dati relativi all’occupazione, all’andamento del mercato interno di un paese, alle vicende politiche e quant’altro. A volte può anche capitare di riscontrare dei movimenti limitati, soprattutto per quel che riguarda l’andamento dei tassi di interesse, e soprattutto quando gli investitori decidano di liberarsi di alcune azioni del loro portafoglio titoli in previsione di bruschi cali.

Al fine di operare sempre con successo sul mercato azionario bisogna quindi riuscire a capire quali siano le notizie che possano maggiormente influenzare gli investitori e in che misura.

Ad esempio, uno dei fattori che maggiormente incidono sui prezzi delle azioni è lo stato di salute generale dell’economia del paese in cui una società opera. Se si tratta di un’economia in fase di crescita e di sviluppo è molto probabile che gli utili, e di conseguenza le azioni, di una società acquistino valore. Ma se il caso è contrario, e quindi un’economia attraversa una fase di crisi e regressione, anche le azioni di una società operante in quel contesto ne risentiranno negativamente.

Il dato che è in grado di fornirci le informazioni più dettagliate sull’andamento dell’economia di un paese è senz’altro il PIL (Prodotto Interno Lordo). Quello che gli investitori fanno è analizzare costantemente dati economici di questo tipo per prevedere dei fatti economici, positivi o negativi che siano, e agire di conseguenza.

Nell’analisi di dati economici bisogna essere anche sufficientemente abili da prevedere quali settori dell’economia saranno particolarmente toccati. Ad esempio, se in un’economia aumentano i tassi di interesse sui mutui è molto probabile che il settore che ne risentirà di più sarà quello edile perché le persone non saranno più tanto propense ad acquistare case dovendo pagare interessi molto alti; pertanto investire in società che si occupano di edilizia potrebbe essere controproducente.

Le azioni di società il cui andamento è fortemente legato all’andamento generale dell’economia di un paese si definiscono “cicliche”, mentre quelle delle società che non sono direttamente collegate a quell’andamento generale sono definite “difensive”. Pertanto è consigliabile, nel momento di crisi economica di un paese, investire in quest’ultimo tipo di azioni.

Molto rilevanti poi sono anche le notizie che le società stesse forniscono circa il loro stato di salute, informazioni che le società quotate in borsa sono tenute a fornire nella maniera più chiara e oggettiva possibile in modo che eventuali investitori abbiano modo di fare le loro personali valutazioni. Tali comunicati vengono definiti “Comunicati Price Sensitive”.

Quando un investitore analizza comunicati di questo tipo comunque deve essere in grado di trarne conclusioni trasversali nel senso che se, ad esempio, una società sta per lanciare sul mercato un prodotto che si considera rivoluzionario, è molto probabile che i benefici di tale lancio ricadranno non solo su quella società ma anche su eventuali società partner. Quindi il raggio di azione di eventuali investimenti si allarga in più direzioni.

Altri fattori che possono influenzare l’andamento delle quotazioni azionarie sono gli studi forniti da analisti specializzati del settore. Questi studi sono reperibili costantemente sul sito della Borsa Italiana e anche se spesso sono indirizzati a grossi investitori professionisti, essi possono risultare utili anche ai piccoli investitori privati.

Se un analista raccomanda di comprare una determinata azione, spesso accade che le quotazioni di quell’azione salgano in maniera abbastanza evidente e in poco tempo, arrivando a raggiungere livelli di spesa che non risulterebbero più convenienti per gli investitori. Inoltre l’aumento o la diminuzione delle quotazioni azionarie può anche essere strettamente dipendente da motivi prettamente tecnici e non di andamento economico generale. Ad esempio può capitare che il valore di alcune azioni scenda in maniera brusca dopo aver attraversato una fase di forte recupero. Questo tecnicamente accade perché gli investitori nel momento in cui le azioni erano al massimo del valore hanno preferito venderle per concretizzare i propri guadagni.

Anche l’Analisi Tecnica, cioè lo studio dell’andamento storico delle azioni, può influenzarne le quotazioni azionarie.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: