rss economia
Home >> Imprese E Aziende >> Commerciare con la Cina: opportunità e problematiche per le PMI

Commerciare con la Cina: opportunità e problematiche per le PMI

05/MAR/2013 ore 13:57 Imprese E Aziende 0 Commenti Angelo Ferraro

Mercati produttivi in CinaNel bene o nel male, a secondo dei punti di vista, la globalizzazione è un dato di fatto che spinge molte piccole medie imprese a cercare nuovi sbocchi logistici per le loro produzioni.

Per le imprese Italiane la Cina è un mercato indispensabile, che consente di allargare i propri orizzonti e incrementare la produzione, non è semplice per potervi accedere, ci sono ordinamenti, leggi e iter burocratici che di primo acchito possono essere difficili da superare e da comprendere, culture così diverse richiedono enormi sforzi diplomatici.

Una breve guida illustrerà i punti fondamentali necessari per intraprendere un colloquio:

  • Indispensabile è la presenza di un traduttore specializzato nel campo del marketing al fine di avere delle traduzioni professionali che non lascino dubbi o fraintendimenti (a tal proposito vi segnialiamo un link qui di seguito per traduzioni in lingua cinese). 
  • Contattare altri piccoli imprenditori che si sono già “ambientati” e chiedere consigli. 
  • Essere certi di ciò che si vuole vendere, importare o produrre, il popolo cinese è diffidente, preciso e meticoloso, evitato improvvisare. 
  • Decidere l’area esatta dove si vuole iniziare e/o intrattenere un rapporto commerciale, la Cina è immensa, composta da 30 e più etnie diverse, ognuna delle quali ha le sue usanze e i suoi costumi che devono essere rispettati, ricordate che chiunque non è del luogo è “ospite”. 
  • Rivolgersi al consolato italiano che a sua volta si metterà in contatto con quello in Cina per sapere con estrema precisione tutti i documenti che servono, i quali non devono difettare in nessuna parte o forma. 
  • Recarsi personalmente sul luogo per farsi presentare e conoscere i futuri collaboratori, affidatevi a gente seria e già inserita, evitate gli amici degli amici… 
  • Oltre all’interprete citato inizialmente, bisogna avvalersi di un buon avvocato di diritto internazionale con specifiche nell’ambito Cinese, allo scopo di dichiarare e difendere eventuali diritti e brevetti. 
  • Ricordate che gli orientali non hanno fretta, per loro il tempo è relativo, non sono abituati ai nostri ritmi e contrattare è un’esigenza fondamentale oltre che un gesto di cortesia molto apprezzato. 
  • È apprezzata la calma, la pacatezza, un lessico fluido, scorrevole e molto rispettoso. 
  • La Comunità Europea mette a disposizione degli imprenditori, uffici e personale preposti alle trattative con i Paesi Orientali, è più che opportuno consultarli.

È inoltre utile essere a conoscenza dei settori aziendali che si sono maggiormente affermati in Cina per avere un'idea di quali sono i mercati più fiorenti nel Paese:

Il settore tessile e nello specifico l’abbigliamento griffato. A tal proposito va affermato che la Cina può essere una grande opportunità ma anche una minaccia, le tecnologie ed i machi non opportunamente protetti possono cadere nel mercato della contraffazione, molto fiorente in Cina.

Foxconn CinaLa produzione di componenti di elettronica. La Cina è da sempre uno dei leader nel mercato dell'elettronica, la Foxconn International Holdings Ltd ne è un esempio tangibile. La multinazionale in questione è una delle più grandi produttrici di componenti elettrici ed elettronici per importanti società come Apple, Amazon, Microsoft, giusto per citarne qualcuna.

Minuteria di ferramenta. In questo settore la Cina è fortemente competitiva grazie ad un basso costo della manodopera ed a cicli di produzione sempre più precisi ed affinati in grado di soddisfare domande di mercato su larga scala. Inoltre nel Paese si registrano forti trend di crescita nella produzione di metalli per l'edilizia, soprattutto nella produzione dell'alluminio, che ha toccato lo scorso anno il livello record di 1,67 milioni di tonnellate.

Settore automobilistico, soprattutto per la produzione di accessori e ricambi per auto. A contribuire alla forte espansione in questo settore è stato il forte sostegno del China Automotive Research Institute (CAERI), l'istituto di ricerca e sviluppo del governo cinese. La Cina è anche uno dei principali mercati per l'acquisto di autoveicoli, molte grandi aziende, come FIAT, Volkswagen, Mercedes, hanno registrato ingenti profitti nonostante la crisi mondiale del settore.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: