rss economia
Home >> Bussola Dei Mercati >> Stornano i listini

Stornano i listini

29/GEN/2013 ore 18:49 Bussola Dei Mercati 0 Commenti Lorenzo Sentino

Dopo i rialzi degli ultimi giorni gli indici europei a metà seduta segnano prese di beneficio in attesa dei dati che verranno divulgati nel pomeriggio dagli Stati Uniti. A Piazza Affari, l’indice Ftse Mib di Milano segna un ribasso dello 0,55% a 17.800 punti. 

Bene l’asta sui Bot a 6 mesi collocati per tutti gli 8,5 miliardi offerti, con una domanda che ha sfiorato i 14 miliardi di euro. Continua a calare il rendimento, che scende dello 0,94% rispetto all’ultima asta. Sale di 3 punti base lo spread, che si attesta a 253 punti con il rendimento del decennale che sale al 4,21%.

Andamento titolo MpsTra i titoli Mps sale dell’1,5% a 0,265 euro. In ribasso il resto del comparto bancario con Unicredit che registra una flessione dello 0,35%, Intesa e Mediobanca rispettivamente dello 0,85% e dell’1,10%.

Da segnalare dopo i rialzi degli ultimi giorni prese di beneficio su Fiat Industrial per perde circa un punto e mezzo percentuale a 9,60 euro nell’attesa di divulgazione dei conti societari sui quali la view degli analisti è positiva. Domani conosceremo il risultato delle singole poste con riferimento un buon 2011, dove gli utili si erano attestati a 1,7 miliardi di euro.

La borsa di Madrid cala dello 0,6% mentre Londra, Francoforte e  Parigi sono in più mite ribasso, con una flessione dello 0,2%.

Sempre ad alta volatilità le valute, con il cambio euro/dollaro che cala leggermente ma rimane alle porte di 1,35 (1,344).

Analisti: azimut sui max dal 2007

Campari dati bilancioPioggia di valutazioni da parte degli analisti. Bank Of America ha una view non molto positiva sui conti di Campari nel 2012 tanto da confermare un target underperform con target price a 5,60 euro.  Secondo la banca americana i dati che verranno diffusi il 17 marzo saranno inferiori alle attese del consensus. Bofa nel settore continua a preferire Diageo.

Kbw ha avviato la copertura outperform su Azimut con prezzo obiettivo 16,1 euro. Intanto il titolo viaggia sui massimi dal 2007.

Jpm taglia il target a 30,65 euro con raccomandazione a neutral. Negli ultimi giorni il titolo è stato oggetto di un pronunciato ribasso. In giornata perde il 4%  dopo la notizia diffuso da Bloomberg  che scrive che Bofa ha collocato sul mercato il 2,3% del capitale della società.

Trimestrali

In attesa dell’apertura di Wall Street risultanze positive da Ford e Yahoo.

Il colosso automobilistico sale nel preborsa dopo che i conti hanno evidenziato ricavi per 36,5 miliardi di dollari grazie alla buona performance ottenuta in Nord America. In Europa invece la situazione è poco entusiasmante, con una perdita di 1,75 miliardi anche peggio rispetto alle previsioni del consensus attestatesi a 1,5 miliardi. A livello globale l’utile è stato di 1,6 miliardi (esp 40 centesimi per azione).

Buoni riscontri anche per Yahoo con ricavi in crescita del 4% a 1,22 miliardi di dollari. Nel pre market il titolo sale del 3,4%.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: