rss economia
Home >> Borsa E Forex >> Microsoft compra Nokia ed ora sfida Apple e Samsung

Microsoft compra Nokia ed ora sfida Apple e Samsung

04/SET/2013 ore 15:29 Borsa E Forex 0 Commenti Alessandro Scorrano

Elop BallmerUna notizia inattesa per tutti e tanto sorprendente da portare il titolo Nokia a registrare un rialzo di circa 40 punti percentuali: si tratta dell’annuncio di acquisizione del noto colosso finlandese dei cellulare da parte di Microsoft.

Le due società lavoravano insieme da qualche anno, in un joint venture dispendiosa di cui a dire il vero non si sono ancora raccolti risultati soddisfacenti. Dal 2011 infatti nei propri cellulari Nokia utilizza come sistema operativo Windows Phone.

Il mondo degli smartphone continua ad esser dominato da Samsung ed Apple, che lasciano poco al resto dei produttori., cannibalizzando una quota importante della domanda complessiva. Nokia detiene nel settore smartphone una quota di mercato del 3,1%, nemmeno paragonabile al 33% di Samsung ed al 14% di Apple.

L’operazione prevede l’acquisizione del segmento di business di Nokia che si occupa della produzione e progettazione di cellulare, e dei diritti relativi ai brevetti. L’operazione è stata portata a termine per un controvalore di 5,44 miliardi di euro.

Il valore dei brevetti si attesta a 1,65 miliardi di euro, mentre la divisione cellulari 3,79 miliardi.

Microsoft Bill GatesA questo punto resta da comprendere la strategia che l’azienda americana intende portare avanti per salvare quello che rimane dell’azienda finlandese, fino ad una decina di anni fa leader indiscusso del mercato dei cellulari. La sfida è aperta, di sicuro, la società di Bill Gates ha tutti i mezzi possibili per conquistare le quote di mercato perdute.

Anche l’Ad Steve Ballmer, ha parlato di grande occasione. A livello manageriale diversi responsabili di Nokia passeranno in Microsoft, tra questi l’AD Stephen Elop. Proprio il numero uno della finlandese è stato spesso bersagliato da eccessive critiche per aver scelto Windows anziché Android. Accuse alle quali si è difeso dicendo di credere nei sistemi operativi dell’azienda americana, che le consentivano di diversificarsi rispetto a Samsung, altrimenti sarebbero finiti nel dimenticatoio.

Non solo manager, passeranno nell’azienda americana circa 32 mila dipendenti.

Cosa succederà ora per gli azionisti? Il completamento dell’operazione di acquisizione dovrebbe avvenire non prima del primo trimestre del prossimo anno, e dovrà esser approvata dall’assemblea degli azionisti.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal le parti trattavano da tempo per concludere l’affare, ma c’erano evidenti distanza di prezzo. Poi però l’intrusione nella trattativa della cinese  Lenovo ha portato un ‘accelerazione della trattativa.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: