rss economia
Home >> Borsa E Forex >> Borse contrastate in attesa del governo Bersani

Borse contrastate in attesa del governo Bersani

28/MAR/2013 ore 14:35 Borsa E Forex 0 Commenti Lorenzo Sentino

Banca di CiproBorse europee contrastate, in cui dopo i fatti di Cipro, il catalyst di mercato è tornata l’Italia in attesa delle decisioni politiche delle ultime ore.

I mercati si muovono cosi sulla scia delle dichiarazioni politiche dei principali leader, che proseguono le consultazioni con l’obiettivo di formare un nuovo governo. Pier Luigi Bersani potrebbe già avere la chiave di volta in mano, oppure annaspa nella ricerca di alleati esterni.

Il risultato elettorale da solo, non è in grado di assicurare un esecutivo al Paese e la mediazione costituisce al momento l’unica possibilità per il centro sinistra di salire al governo, sempre che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano constati che ci sia una maggioranza precostituita, in grado di assicurare al Paese una guida duratura per tutta la legislatura.

Come sempre in questi casi, le informazioni che filtrano sono contrastanti. Di certo, dopo il colloquio tra i capigruppo del Movimento 5 Stelle ed il leader del Pd Bersani, abbiamo appreso che un inciucio tra i due partiti è definitivamente escluso seppur il partito di Grillo si è impegnato a votare i provvedimento proposti nell’esclusivo interesse del Paese.

Il centro destra si è detta disponibile ad un governissimo, con Silvio Berlusconi che sarebbe disposto anche a farsi da parte, lasciando il testimone ad Alfano. Ma di questa soluzione l’ex ministro dello sviluppo economico non vuol proprio saperne.

Ad osservare con molta attenzione l’esito delle consultazioni c’è anche Moody’s.

Borsa di MilanoL’agenzia di rating a stelle e strisce ha già dichiarato di esser pronta a declassare i Paesi periferici dopo la decisione che ha portato al salvataggio di Cipro. Sul nostro Paese inoltre pendono le difficoltà politiche di questi giorni, per cui il rischio è doppio.

Intanto dopo l’esito incerto dell’asta di ieri sui titoli di Stato lo spread è tornato a salire oltre i 350 punti base, portando il rendimento del decennale al 4,70%. La borsa di Milano dopo un iniziale ribasso di oltre mezzo punto ora recupera e sale dello 0,7% sfiorando i 15.500 punti. In moderato rialzo gli altri mercati, mentre nella notte Tokyo ha chiuso con una flessione dell’1,29%.

Chiusura negativa per Hong Kong e Taiwan, che calano rispettivamente dello 0,74 e 0,35%, mentre in controtendenza l’indice indiano Sensex, che ha chiuso la penultima seduta della settimana con un rialzo dello 0,70%.

Ieri chiusura contrastata per Wall Street, che continua a segnare nuovi record.

Commenti

Nessun commento per questo articolo

Lascia un commento

* campo obbligatorio
Nome*:
E-mail*:
Sito:
Testo*: